CIAO ALFREDO

Purtroppo Alfredo Sartori ci ha lasciati questa notte dopo una lunga malattia che l’aveva duramente provato.
Proprio ieri, durante la festa del Comitato, ricordando il compianto Vladimir Pacl, Alfredo è stato citato come uno dei fondatori della nostra Federazione. Ma Alfredo non è stato solo uno dei fondatori, ha cresciuto il nostro movimento con amore quasi paterno e, sino a che è stato in grado di muoversi con le sue gambe è sempre stato uno dei protagonisti.
Da tempo ormai era gravemente ammalato, ma l’immagine che ho di lui e della sua risata allegra, delle notti insonni passate assieme a battere piste per i campionati mondiali di Sci-orientamento del 1984 e di tante organizzazioni e gare, me lo fa ricordare ancora come allora: disponibile, umano e sempre prodigo di consigli.
Davvero un grande uomo!

Di seguito il ricordo di Benito Cavini chiedendo a quanti hanno conosciuto Alfredo di scrivere, anche commentando questo articolo oppure inviando il loro ricordo a trentino@fiso.it, perchè è sempre importante ricordare chi ci ha preceduti, chi ha iniziato e chi, ancora, ci può aiutare con la propria esperienza pur non essendo più tra noi.


Il mondo dell’orienteering è in lutto! E’ morto Alfredo Sartori, uno dei padri fondatori di questa disciplina sportiva nel Trentino e in Italia.
Si è sempre ricordato Vladimir Pacl come colui che ha portato l’orienteering in Italia ed è vero; la prima gara fu infatti da lui organizzata nel 1974 a Ronzone, dove si costituì il primo piccolo nucleo promotore.
Ma l’iniziativa si consolidò ed assunse i caratteri anche formali di un comitato promotore solo nel 1975, grazie all’intelligenza politica di Guido Lorenzi, allora assessore provinciale alle attività culturali e sportive, che subito comprese le valenze educative ed ambientali, oltre che sportive, di questa disciplina, e alle capacità organizzative e promozionali di Alfredo Sartori, allora funzionario dell’Ufficio Sport della Provincia.
Da allora Sartori fu uno dei maggiori protagonisti della vita e della crescita di questo sport; fu promotore del Comitato Trentino , poi fautore e vice presidente nel 1979 del Comitato Italiano (CISO) e infine attivissimo propugnatore del riconoscimento del CONI, avvenuto dopo ripetuti incontri con i massimi dirigenti del Comitato Olimpico nel 1984, anno fondativo della Federazione Italiana Sport Orientamento (FISO).
Fu lui, con altri due dirigenti, ad organizzare nel 1980 la prima edizione del Meeting internazionale di Venezia, che domenica prossima celebrerà il trentennale con una partecipazione di oltre 4.000 partecipanti provenienti da tutto il mondo.
Fu ancora lui a dirigere il settore tecnico dei Campionati del Mondo di sci orientamento del 1984 a Lavarone e ricoprì sempre ruoli di grande responsabilità in quasi tutte le maggiori manifestazioni nazionali ed internazionali svoltesi nel Trentino ed in Italia.
Nel 1979 fondò e presiedette la società Orienteering Pergine fino al 2004, quando una grave malattia lo costrinse ad una lunga e dolorosa agonia, fino alla morte, avvenuta ieri 8 novembre.
Per le sue molteplici attività ha ottenuto uno dei massimi riconoscimenti sportivi, la spilla d’onore del CONI, consegnatagli nel 2004 nel corso di una solenne cerimonia presso la Sala verde della Provincia Autonoma di Trento.

________________________________________

Il funerale si svolgerà mercoledì 10 novembre 2010 alle ore 14,00 presso la Chiesa parrocchiale di Pergine.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *